Una monografia totalmente dedicata all’azienda tipografica “La Musica Moderna”, che per più di 70 anni ha intrecciato la sua storia con quella della cultura popolare italiana legata alle canzoni e ai loro autori.

Salvatore Siragusa, autore del volume e titolare de “La Musica Moderna”, ci racconta come abbia ereditato l’azienda fondata dal nonno, come abbia saputo mantenerla florida fino alla crisi dovuta all’avvento della tecnologia e dei software musicali.

#


Un’attività che offriva agli editori un servizio completo, dal manoscritto allo stampato, eseguendo al suo interno le varie lavorazioni di tipografia, incisione, stampa e legatoria, spartiti per qualsiasi esigenza: strumento musicale, orchestra, opera, spettacolo.

Proprio per questo “La Musica Moderna era la principale, se non l’unica per qualità, tipografia cui si rivolgevano le migliori case editrici che periodicamente inviavano le loro novità musicali alle migliaia di indirizzi di musicisti che figuravano nei loro preziosissimi archivi”.

Il volume, realizzato grazie alla collaborazione della Fondazione Cologni, è stato presentato presso le sale del Castello Sforzesco di Milano il 21 novembre scorso; durante l’evento sono intervenuti Alberto Cavalli, Direttore della Fondazione Cologni, Silvio Antiga, Presidente della Tipoteca Italiana, il critico Mario Luzzatto Fegiz e Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano.


La fabbrica delle note di carta.
La Musica Moderna (1930-2007) e i protagonisti della canzone italiana

di Salvatore Siragusa
Tipoteca Italiana Fondazione, Cornuda, Treviso, 2017