Nel cuore del centro storico urbinate nasce Guado Urbino associazione culturale, senza fini di lucro, finalizzata alla promozione e allo sviluppo dell'artigianato e della creatività.

Il guado è il nome di un antico pigmento in uso in Europa fino al XVII secolo ed ora impiegato nuovamente per tingere del suo caratteristico colore blu tessuti e filati, ma anche cornici in legno e saponi, tutti prodotti realizzati da artigiani locali, in vendita all’interno dello spazio in via Mazzini 50. “Una pianta tintoria che costituiva per il Montefeltro una vera e propria risorsa economica tanto da essere definita ‘oro blu’ –spiega la titolare Alessandra Ubaldi- e che per noi riveste un importante valore simbolico: quello di recuperare una risorsa perduta, legata al territorio, alla manualità artigianale, all’arte, alla creatività e alla nostra storia”. Tra gli artigiani presenti con le loro creazioni: Olivia Monteforte (scarpe fatte a mano); D'Arte Restauro Ylenia Mancinelli e Michele Ciaroni (decorazione e restauro); Antica Casteldurante di Gilberto Galavotti e Giuliano Smacchia (riproduzione classica ceramiche majoliche); Daniele Giombi (terrecotte tipiche); Oasi Colori Massimo Baldini (produzione pigmenti naturali); Evacresce Michelina Formentin (cucito e tintura).

Il negozio riaprirà dal 10 febbraio.

www.facebook.com/guadourbino

#