Progetti formativi e didattici
In occasione della mostra fotografica “La regola del talento” (2 marzo – 2 maggio 2018), organizzata da Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Fondazione Bracco, presso la Reggia di Caserta, viene realizzato un ciclo di laboratori didattici connessi al mondo dell’artigianato, della gioielleria in particolare.
Sono ora online le straordinarie storie di tutti e 45 i tirocinanti dell’edizione 2017/2018 del progetto “Una Scuola, un Lavoro” promosso da Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.
È stata rinnovata per l’a.a. 2017 – 2018 la cattedra alla facoltà di Design del Politecnico di Milano, affidata alla Fondazione Cologni e dedicata alla “bellezza italiana”. Il corso è mirato alla diffusione della conoscenza dell’immenso patrimonio creativo italiano, elemento fondante nella competizione legata al mondo del lusso e dell’eccellenza.

Eventi e mostre
In occasione del Salone del Mobile 2018, gli studenti di Creative Academy, la scuola internazionale di design del Gruppo Richemont con sede a Milano, lavorano sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca di Eligo sul tema universale dell’ “Arca di Noè”. Il tema scelto per l’installazione di quest’anno è l’ “Arca di Noè”: simbolo di universalità, scelto per evidenziare l’universalità della scuola che quest’anno compie 15 anni.
Grande successo per la terza edizione di “Doppia Firma. Dialoghi tra pensiero progettuale e alto artigianato”, il fortunato progetto di Fondazione Cologni e Living – Corriere della Sera, presentato da Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship.
Dopo le fortunate edizioni di Milano, Spilimbergo e Stra, il progetto "La regola del talento" giunge a una nuova tappa: la Reggia di Caserta, scrigno di meraviglie e sito Patrimonio dell’Unesco.
Lo scorso 19 febbraio, nella cornice di Villa Necchi Campiglio, splendida sede del FAI nel cuore di Milano, presso il tennis coperto, si è tenuta la presentazione del libro “Il vignaiolo universale. La cultura nel bicchiere” scritto da Pierluigi Gorgoni e Andrea Grignaffini, illustrato da Paolo Rui, edito da Marsilio, a cura di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.
Il riconoscimento tributato annualmente dal Centre du Luxe et de la Création di Parigi a dieci talenti che si siano particolarmente contraddistinti nelle categorie previste (Audacia, Benessere, Eleganza, Armonia, Originalità, Innovazione, Invenzione, Rarità, Seduzione, Management) quest’anno è giunto alla 16esima edizione.
“L’espressione Homo Faber, originariamente coniata nel Rinascimento, coglie ed esalta l’incommensurabile creatività dell’uomo. L’esposizione fornirà una panoramica sul meglio dei mestieri d’arte europei, e al tempo stesso porrà l’accento su un aspetto meno evidente: quello che gli esseri umani sanno fare meglio delle macchine.”

Attività editoriali
grid image
Il vignaiolo Universale

la cultura nel bicchiere

​Il decimo titolo della fortunata collana “Mestieri d’Arte” è dedicato al vino: sublime prodotto umano, anzi “umanista”, che nasce dalla mano e dall’intelligenza dell’uomo, per la sua consolazione e felicità.

Altre attività
Fabrizio Travisanutto, mosaicista di Spilimbergo e Sandro Barbera & Figli, calzolai di Biella, sono i vincitori della prima edizione di Artigiano del Cuore, il concorso online realizzato da Wellmade, la community di appassionati e amanti del “bello ben fatto”, che permette di scoprire i migliori artigiani, conoscere il proprio lavoro e recensire i loro prodotti e servizi su misura.
Wellmade e Brevimano hanno da poco dato il via al concorso “Artigiano del Cuore”. Per questa prima edizione si ricercano storie di artigiani nelle categorie "Arredare e Decorare" e "Vestirsi e Ornarsi". Il premio in palio consiste in un servizio fotografico e un breve documentario, che racconterà la storia degli artigiani vincitori all'interno della loro bottega.
In occasione della rassegna “L’arte merita più spazio”, il Museo Poldi Pezzoli di Milano presenta “Il tempo degli orologi”, serie di incontri dedicati al tempo e alla sua misurazione, realizzata grazie al prezioso supporto di Orologeria Pisa.